fbpx

GREENWASHING: cosa significa e come riconoscerlo


Se vogliamo definirlo in poche parole, il greenwashing è una pratica utilizzata dalle aziende nel momento in cui, anziché impegnarsi realmente nell’attuare politiche di sostenibilità ambientale, utilizzano strategie di marketing e comunicazione per farti credere che lo stiano facendo. In realtà, nella maggior parte dei casi, stanno solo cercando di venderti altri prodotti.

Di cosa si tratta?

L’attenzione di noi consumatori infatti si sta dirigendo sempre di più verso acquisti sostenibili: abbiamo tutte le informazioni a portata di click, e abbiamo capito di poter cambiare il mondo anche grazie al nostro portafoglio e ai nostri acquisti. Questo l’hanno capito anche le aziende, soprattutto le grandi multinazionali, che ovviamente intendono sfruttarlo a loro vantaggio.

Pensa per esempio alle aziende che producono bicchieri monouso in plastica. Improvvisamente si convertono e iniziano a venderti sempre dei bicchieri monouso,di colore verde, in modo da farti credere che tutto il loro impegno è rivolto alla riduzione di rifiuti. Invece, indovina un po’? Anche i bicchieri monouso che apparentemente sembrano di carta, non sono riciclabili e andranno a finire in discarica. Un circolo vizioso nel quale alla fine l’azienda ha venduto comunque il suo prodotto, ma con un ulteriore danno: facendoti credere di aver fatto un favore all’ambiente. ù

Un altro esempio sono le catene di moda fast-fashion. Pensa a tutte quelle vetrine che improvvisamente si riempiono di parole come eco, natural, bio: potrai notare che, nella maggior parte dei casi, scavando a fondo e leggendo nei loro siti, solo raramente si trovano certificazioni in regola, tutela dei lavoratori e etica lungo tutto il processo produttivo.

Ti si è accesa una lampadina, vero? Insomma, il greenwashing assume tantissime forme, ma tutte hanno in comune la volontà di far credere al consumatore di agire in favore dell’ambiente, anche quando non succede.

Il greenwashing non è solo un inganno verso chi compra e consuma, convinto di spendere i propri soldi in prodotti etici che in fin dei conti non si rivelano tali. E’ anche dannoso per l’ambiente: invoglia infatti a comprare dei prodotti, a volte anche monouso, che verranno dispersi nell’ambiente con più leggerezza, perché verranno percepiti come meno inquinanti rispetto alle controparti in plastica classica.

Come fare per riconoscerlo?

È difficile, soprattutto se sei alle prime armi, riconoscere il greenwashing, ma non ti preoccupare: ci sono alcuni trucchetti per andare sul sicuro e smascherare le aziende che lo praticano.

Il primo trucco, è quello di informarsi. Quando vediamo un claim green o una pubblicità di un prodotto che si dichiara amico dell’ambiente, la prima cosa che possiamo fare è essere curiosi. Andiamo sul sito dell’azienda, leggiamo chi sono. Dove hanno lo stabilimento di produzione? Quali materiali utilizzano? Sono trasparenti sul salario che offrono ai lavoratori? Che politiche hanno messo in atto per la salvaguardia ambientale?

Diffidiamo dai siti troppo fumosi: le aziende sostenibili non hanno problemi a essere trasparenti e dichiarare esattamente quali sono le azioni e i processi che hanno implementato per ridurre il loro impatto sull’ambiente.

Possiamo poi cercare di capire se ciò che le aziende promettono sia realizzabile, o più in generale se i loro claim pubblicitari sono realistici. Se una grossa multinazionale propone di sostituire tutto il monouso entro un mese, qual è il piano per farlo? Con che materiali sostituirà la plastica? Si impegna anche su altri fronti, oppure promette solo questo, dicendo che è un primo passo per un progetto più grande? Se sembra troppo bello per essere vero, probabilmente è perché non lo è. E non lo sarà mai.

E per quanto riguarda il trasporto?

Noi di WHATaECO ci siamo impegnati nel selezionare per te i fornitori migliori, etici e con un focus sulla salvaguardia dell’ambiente e dei lavoratori. Per questo da noi non troverai nessun inganno, ma solo prodotti veramente sostenibili, dei quali ti puoi fidare.

Nel nostro sito, ogni prodotto è trasparente e nella scheda troverai tutte le informazioni relative ai materiali utilizzati. Inoltre troverai anche informazioni relative all’azienda e al suo impegno per l’ambiente.

In più, oltre ai prodotti, abbiamo deciso di rendere sostenibile tutto il tuo shopping: mentre navighi non dovrai preoccuparti del dispendio di energia grazie ai nostri server alimentati con fonti rinnovabili. Non abbiamo un magazzino, ma la spedizione partirà direttamente dalla sede del produttore, evitando inutili spedizioni.

Non basta tingersi di verde per essere realmente green. Vieni a scoprire il primo e-commerce italiano davvero sostenibile su WHATaECO.